• Regista: Marco Bellocchio

    Cast: Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Candida, Fabrizio Ferracane, Luigi Lo Cascio, Fausto Russo

    Paese e anno produzione: Italia 2019

    Durata: 148 min

    Lingua: italiano

    Tag:

  • Il traditore


    Alternando la documentazione su un’epoca storia del nostro paese che fa i conti con Cosa Nostra e la vicenda personale di Tommaso Buscetta, il pentito di mafia più controverso, il film trasmette tutta la drammaticità di un “tradimento” che ogni spettatore ha la libertà di riconoscere ed individuare. La storia d’Italia vista dalla prospettiva del giudice Falcone, con la distanza temporale di circa 40 anni, permette di capire meglio il peso specifico del Maxi Processo e il valore del Pool Antimafia.

    Tommaso Buscetta è un personaggio scomodo, mafioso e successivamente pentito, la cui vita si svolge tra la Sicilia e il Brasile, dove vive in sofferto equilibrio fra le sue scelte sbagliate e un senso della dignità assai tormentato. Grazie alla sua testimonianza, la giustizia italiana acquisì una grande quantità di informazioni sulla cupola mafiosa, e le fu possibile comprenderla e combatterla. Buscetta segna il passaggio tra la vecchia mafia e quella nuova, rappresentata da Totò Riina che, secondo Buscetta, è il vero traditore.

    Ambientato fra la Sicilia, il Brasile e poi di nuovo l’Italia, nell’aula Bunker dell’Ucciardone dove si svolge il maxi processo che decapiterà la cupola di Cosa Nostra, il film presenta una continua alternanza fra un dentro e un fuori: l’interno e l’esterno delle case, il crimine organizzato in cui si è catapultati da bambini e da cui non si esce veramente mai, il carcere e la libertà, il proprio paese e l’esilio…

    È storia vicina: il maxi processo si svolge negli ’80. Molti di noi ne hanno solo letto, alcuni lo hanno vissuto in prima persona senza capirne troppo; il film permette di comprendere meglio quella fase della storia italiana. Il protagonista è interpretato da un magistrale Pierfrancesco Favino; la sua bravura vale la visione del film

    Tommaso Buscetta morirà, quasi dimenticato, in Florida nel 2000.

    Interessante recensione con 2 opposti pareri

    PREMI

    Il film ha ottenuto 11 candidature e vinto 7 Nastri d’Argento, 17 candidature a David di Donatello, 4 candidature agli European Film Awards, 1 candidatura a Cesar.

    Dopo la cerimonia di premiazione dei David Donatello 2020 (65° edizione), a Il traditore il premio per il:

    Miglior Film
    Miglior Regista (Marco Bellocchio)
    Miglior Attore protagonista (Pierfrancesco Favino)
    Miglior Sceneggiatura originale
    Miglior Montatore (Francesca Calvelli)

    TRAILER

    Pubblicato il 7 Maggio 2020

    di Graziella Bosco